Feed on
Articoli
Commenti

Una caffetteria nel centro di Firenze  per un appuntamento che pensavo non andasse a buon fine. Sto seguendo il progetto ” The Different ” da quando Mark Thedi mi ha chiamato insistentemente al cellulare per dirmi che stava lavorando a qualcosa in cui credeva molto, poi mi ha riattaccato all’improvviso e non l’ho più sentito. Mi ha ricontattato qualche giorno più tardi Enrico Lelmi con cui ho fissato un ‘intervista qui a Firenze nel pomeriggio e da quello che mi ha detto dovrebbe esserci anche Mark.

Arrivano tutti e due con mezz’ora di ritardo e non sto a spiegarvi il motivo ma vi dico solo che Mark Thedi è un tipo leggermente bizzarro è non troppo simpatico.

Come nasce il progetto ” The Different ” ?

Enrico Lelmi: ” E’ una storia un po particolare. In realtà ” The Different ” non è una band vera e propria, lo definirei come un contenitore. Avevo in mente un certo tipo di produzioni ma purtroppo sono rimasti in pochi ad investire del denaro nella musica, così ho deciso di realizzare dei brani autoprodotti da distribuire solo in rete ”

Mark Thedi: ” ..Sta dicendo una stronzata..In realtà Erik è un ottimo musicista ma ha un carattere di merda e questo è il suo vero problema. E’ possibile avere un cappuccino ?”

Enrico ride…

Enrico Lelmi: “..si..forse un po ha ragione Mark, ma il mio obbiettivo principale era quello di non scendere a compromessi e la rete ti lascia libero di fare ciò che vuoi, naturalmente la libertà ha un prezzo e in rete un errore può compromettere tutto, ma io credo che quando si è liberi di creare diventa difficile fare degli errori. Non voglio assolutamente essere presuntuoso dicendo questo ma per me è stata una vera rivelazione scavalcare la solita filiera delle produzioni classiche. Tu pensi una canzone, la realizzi e la offri a gli ascoltatori e se fai un buon lavoro loro ti rispondono, se invece sbagli non porti a casa niente. Credo sia molto semplice così ”

Si capisco, la libertà di creare quello che hai in mente è sicuramente un buon terreno fertile per un artista, ma forse non si monetizza ?

Mark Thedi: ” Ancora a parlare di soldi ? Quanto ti pagano per un intervista a due idioti in un caffè di Firenze con un cazzo di piccione che gira fra le sedie e un barista che non ti ascolta… ? ”

Rispondo che la crisi tocca anche il giornalismo e che forse mi potrebbe offire un caffè…quando riuscirà a parlare con il barista.

Enrico Lelmi : ” Scusami…Si, hai perfettamente ragione, diciamo che i guadagni veri e propri non ci sono ma in compenso c’è una grande visibilità, cosa che con le produzioni classiche alla fine era completamente in mano all’ufficio stampa della stessa etichetta che purtroppo spesso non aveva le potenzialità per ottimizzare la promozione ”

Mark Thedi : ” Se vuoi ti spiego meglio io.

Le piccole etichette non hanno soldi e  questi pseudo produttori magari sono degli ortolani con la passione per le chitarre distorte o per i dischi in vinile graffiati, quindi degli sfigati che cercano un po di spazio in un ambiente che per molti  ” it’s cool ” . Queste  produzioni  seguono un certo tipo di approccio, quello che chiamano ” indie “  e che dovrebbero essere produzioni fuori dallo strapotere delle Major, quindi indipendenti,  ma l’indie alla fine è una faccia della stessa medaglia e l’unica cosa che lega in modo indivisibile le produzioni indipendenti è la fame dei musicisti. Vedi:  un musicista indie si mangerebbe quel piccione sotto la tua sedia e questa è la cosa che mi piace dell’ indie, il resto è shit oppure hipster ”

Enrico Lelmi : ” Non condivido quello che dice Mark, anche se in qualche modo nelle sue parole c’è del vero, ma l’Indie è una realtà dalle molte sfaccettature. Comunque ti ripeto, per me l’importante era avere visibilità e così è stato ”

Il 23 settembre 2013 uscirà il nuovo singolo, volete raccontarmi qualcosa a riguardo ?

Enrico Lelmi : ” In realtà non si tratta di una nuova canzone ma di un nuovo arrangiamento di un pezzo che era già stato pubblicato solo in versione acustica. A dire il vero io avevo un altro brano da pubblicare ma Mark ha insistito per fare un nuovo arrangiamento alla canzone ” Boy ” e alla fine mi ha convinto.

Quindi questa nuova uscita è un idea di Mark ?

Mark Thedi: ” Brava! …l’ha appena detto !

Mi spieghi perché io sto continuando a guardare il piccione che gira sotto le tue gambe mentre ascolto voi due parlare, in più cerco di comunicare con il barista e tu non capisci quello che ti sta dicendo Erik, forse ti sei distratta ? Mi guardi come fossi un marziano,  mica ho il rossetto sbavato ? sorry baby.. ” ..comunque “Boy ” è un bel pezzo, direi un pezzo quasi classico nel suo genere ma senza la muffa sopra, ha una strofa molto accattivante e un ottimo ritornello. Una canzone. Sai cos’è una canzone Allie ? ”

Rispondo che penso di saperlo cos’ è una canzone…Molto antipatico il tipo

Mark Thedi : ” Oggi i musicisti ” Cool ” si vergognano a scrivere canzoni, fanno di tutto per smontare le composizioni. Ecco direi che sono dei decompositori seriali, da non confondere con il lavoro dei becchini.Certe menti contorte pensano che per essere artisti puri devono dimostrare di sapere distaccarsi da tutto ciò che conoscono e che in qualche modo si può identificare e per farlo compiono dei salti mortali, sembrano dei circensi in preda ad un raptus rincorsi da un rinoceronte fuggito dalla gabbia. E così invece di pensare a chi ascolta pensano a ciò che penseranno gli altri musicisti ” Cool “..e così le omelette sono pronte da servire. Il risultato che ottengono pero è molto interessante…: nessuno si ricorda più una canzone ma in compenso si ricordano che a vedere la band dal vivo erano in tre gatti e questo per loro è un sintomo di originalità e coraggio. Balle ! Queste sono  cazzate da adolescenti con l’istinto di riproduzione fuori controllo. Alla fine se la tirano al contrario e scrivono come delle capre. Io ho due capre nel mio giardino ” Hansel e Gretel “, molto carine, Hansel l’ho portata dal mio hairdresser ed ho fatto fare il colore, un bel rosa flou, era una scocciatura ogni volta dover spiegare qual era la femmina. Se vuoi ti posso ospitare un weekend nella mia casa. ”

Rispondo che forse è meglio di no..ma non è per via delle capre.

Quindi fatemi capire, chi è l’autore dei brani ?

Enrico Lelmi : ” Io scrivo le canzoni, faccio gli arrangiamenti e suono un po quello che c’è da suonare..dalle chitarre alle tastiere, basso..etc. Insomma faccio quello che c’è da fare. ”

Ok, ho capito, allora Mark alla fine cosa ha fatto ?

Mark Thedi : ” Un cazzo ! Comunque questo è un pessimo bar ! ”

Enrico ride sotto i baffi…

Enrico Lelmi : ” No..sta scherzando… in realtà Mark ha avuto un ruolo molto importante. Io volevo abbandonare il progetto ” The Different ” ma un giorno ho trovato una mail di Mark e li è cambiato tutto. ”

….continua

The new single from THE DIFFERENT produced by Mark Thedi in free downloads by September 23, 2013.

Il nuovo singolo dei THE DIFFERENT prodotto da Mark Thedi in free download dal 23 settembre 2013.

Le nouveau single THE DIFFERENT produite par Mark Thedi en téléchargement gratuit le 23 Septembre 2013.

El nuevo single de THE DIFFERENT producido por Mark Thedi en descarga gratis el 23 de septiembre de 2013.

Die neue Single von THE DIFFERENT von Mark Thedi in kostenlose Downloads produziert von 23 September 2013

Hello world!

Welcome to Jamendo.net Blogs. This is your first post. Edit or delete it, then start blogging!